Museum

Quando pensiamo a Milano, la prima cosa che ci viene in mente è il suo Duomo, l'imponente cattedrale gotica, situata nell'omonima piazza, nel centro della città.Il Duomo e' frutto di lavori secolari: l'inizio della sua costruzione risale al 1386 e la conclusione della facciata avvenne molto più tardi, nel 1813. Fu realizzato grazie alla generosità di grandi famiglie e illustri mecenati, ma anche all'impegno collettivo del popolo di Milano, che contribuì alla sua costruzione secondo le proprie possibilità. Il Duomo di Milano è affascinante, meraviglioso: fermatevi ad ammirare la facciata dall'esterno e vi emozionerete, entrate a visitare le vetrate, le finestre e i grandi portali e vi sembrerà di fare un salto indietro nella storia.Dedicate però un pò di tempo a leggere la sua storia prima di entrare e di salire ( a piedi o in ascensore) e perdervi tra le sue guglie e la vista mozzafiato della città e, se siete fortunati, delle Alpi!Alla sommità della guglia maggiore si trova la famosa statua in rame dorato della Madonnina, simbolo di Milano, che sembra toccare il cielo (posizionare una statua alta 416 cm a 104 mt di altezza deve aver rappresentato una bella sfida per gli ingegneri del tempo ..) .Lo scorso novembre è stato inaugurato il Museo del Duomo che raccoglie molte opere d'arte che, per motivi di restauro e conservazione, sono state prelevate dalla Cattedrale e dai depositi della Veneranda Fabbrica del Duomo (istituita nel lontano 1837 da Gian Galeazzo Visconti è l'istituzione a cui si deve la costruzione della Cattedrale e, oggi, la sua conservazione e la sua gestione). Con lo stesso biglietto (6 euro) è possibile visitare anche il Battistero di San Giovanni che si trova sotto il Duomo dove ancora oggi continuano gli scavi archeologici.A tale proposito segnaliamo la bellissima iniziativa "Adotta una guglia" che la Veneranda Fabbrica del Duomo ha lanciato ormai da più di un anno allo scopo di raccogliere fondi per il restauro delle contotrentacinque guglie della Cattedrale. Con una piccola donazione, è possibile sostenere i lavori della Fabbrica ed entrare a far parte dell'Albo dei Donatori e contribuire alla storia del Duomo. Per ulteriori informazioni www.adottaunaguglia.duomomilano.itDi grande interesse, data la complessità e la ricchezza del patrimonio artistico del Duomo, la sezione dedicata ai Servizi educativi www.duomomilano.it ed il blog www.museodelduomosezionedidattica.wordpress.com dove potete trovare tutte le informazioni, le novità, gli eventi anche per i più piccini. 
Via Arcivescovado 1 20122 Milano
02 72022656
L'imponente Castello Sforzesco, insieme al Duomo uno dei simboli di Milano, venne edificato nel XV secolo su disposizione del Duca di Milano Francesco Sforza, quale reggia ducale, anche se la sua origine risale alla seconda metà del Trecento.Monumento affascinante ricco di storia e di mistero, il Castello ha pianta quadrata con torri agli angoli e una torre al centro della facciata, detta la torre del Filarete. Ha un perimetro di 800 mt (!) ed è circondato da un fossato. L'ingresso principale, sotto la torre più alta con la prospiciente fontana di Piazza Cairoli, porta ad attraversare tutto il cortile per poi arrivare nella cosiddetta piazza del cannone e al bellissimo Parco Sempione. Tra gli artisti che contribuirono alla sua realizzazione si annovera anche Filippo Brunelleschi e Leonardo da Vinci.Il Castello Sforzesco ospita le Civiche raccolte d'Arte, la Pinacoteca che custodisce capolavori di Canaletto, Mantegna, Bellotto e molte altre opere, il Museo d'Arte Antica, che raccoglie dodici secoli di scultura lombarda e non. Qui e' possibile ammirare la Pietà Rondinini, di Michelangelo, il Museo degli Strumenti Musicali, che custodisce strumenti realizzati tra il XV  e il XX secolo, quello delle Arti decorative, il Museo della Preistoria e Protostoria e il Museo Egizio dove rimarrete incantati alla vista del Libro dei Morti e e dei sarcofagi e delle mummie.Numerose le proposte culturali dei Musei del Castello. Segnaliamo in particolare l'associazione "Sforzinda, Il Castello di Milano per i bambini", spazio di incontro e di gioco per bambini da 4 ad 11 anni, creato all'interno del Castello, che organizza  laboratori creativi,  attività ricreative, visite museali rivolti alle famiglie durante la settimana,  il week end e nei periodi di vacanze scolastiche. Potete trovare il programma dettagliato sul sito del Castello Sforzesco www.milanocastello.it
Piazza Castello 20121 Milano
02 88463700
La Pinacoteca di Brera si trova nel quartiere di Brera, accanto all'isola pedonale, caratterizzata da numerosi locali con i tavolini all'aperto e le piccole boutiques che propongono prodotti molto raffinati.E' un Museo di risonanza internazionale ed espone opere presenti su tutti i libri di storia dell'arte.La Pinacoteca ha sede al primo piano del famoso palazzo di Brera e nacque a fianco dell'Accademia di Belle Arti per volontà di Maria Teresa d'Austria nel 1776: doveva essere una collezione di opere esemplari destinate alla formazione degli studenti dell'Accademia.Successivamente, quando Milano divenne capitale del Regno Italico, la raccolta si trasformò, per volontà di Napoleone, in un museo che mirava ad esporre i dipinti più significativi provenienti da tutti i territori concquistati dalle armate francesi.Al centro del cortile, accoglie i visitatori un bronzo di Napoleone I, in veste di Marte pacificatore, scolpito da Antonio Canova.Le 38 sale della Pinacoteca ospitano i capolavori degli artisti italiani dal XIV al XIX secolo e le opere di alcuni dei più grandi artisti stranieri. Tra i più famosi citiamo Piero della Francesca, Mantegna, Raffaello, Bramante, Caravaggio, Tintoretto. Inoltre, grazie a donazioni private, la Pinacoteca si è arricchita nel corso degli anni delle opere di artisti del primo Novecento quali Balla, Carrà, De Pisis, Braque, Modigliani, Morandi, etc.Passeggiando nelle sale della Pinacoteca possiamo ammirare lo "Sposalizio della Vergine" di Raffaello, il "Cristo morto" di Mantegna, la "Pietà" del Bellini, per i più romantici, il celeberrimo "Bacio" di Hayez, L'ultima cena di Rubens, La testa di Toro di Picasso...Il percorso è ben organizzato ed in ogni stanza c'è la possibilità di consultare un opuscolo che illustra le opere esposte. Il prezzo di ingresso è di € 10, ma i ragazzi fino a 18 anni non pagano.Per le famiglie è possibile usufruire di un'audio guida specifica per bambini (disponibile a € 4). Il tour assume la forma di una conversazione tra due guide immaginarie, uscite da due dipinti, una rappresenta un diavoletto e l'altra una ragazza ben educata e che ha tanta voglia di imparare. Nel corso della visita la ragazza e il diavoletto incontreranno altri personaggi che sbucati dalle tele, diranno loro qualcosa in più a proposito delle opere.Segnaliamo che per i bambini sono previste da Settembre a Maggio visite didattiche e laboratori a cura dello staff dei Servizi Educatiivi.   
Via Brera 28 20121 Milan
sbse-mi-brera@beniculturali.it
02 722631
Il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, dedicato al genio di Leonardo, fu fondato nel 1953 ed e' il più grande museo scientifico e tecnologico in Italia. Il Museo si estende su una superficie di 40.000 mq, si trova all'interno di un antico monastero benedettino e si sviluppa su più piani intorno ai due splendidi chiostri.Il Museo ospita 10.000 oggetti nelle sue collezioni che raccontano l'evoluzione scientifica tecnologica ed esplorano il rapporto tra uomo e macchina a partire dalla figura di Leonardo da Vinci fino ai giorni nostri. Il Museo è diviso in vari dipartimenti e sezioni espositive: ci sono collezioni che riguardano le Telecomunicazioni, l'Astronomia, l'Arte orafa, le Arti grafiche, la Fotocinematografia, l'Orologeria, i Trasporti, gli Strumenti Musicali, la Metallurgia, la Fonderia, Fonti e Dispositivi energetici.  All'interno di ciascuna sezione espositiva ci sono numerosi laboratori interattivi inclusi nel biglietto d'ingresso, da prenotare all'info point del Museo il giorno della visita fino ad esaurimento posti.Sicuramente impressionante la Galleria dedicata a Leonardo da Vinci con la sua esposizione di ben 130 esemplari unici di macchine per uso civile e militare costruite studiando ed interpretando i  disegni di Leonardo.Altra grande attrazione del Museo e' "Il Toti": il primo sottomarino costruito in Italia dopo la Seconda Guerra Mondiale. Potete salire a bordo e visitarlo all'interno partecipando ad una visita guidata su prenotazione. Scoprirete la sua storia, tecnologia e i racconti della vita a bordo, sarà come entrare a far parte dell'equipaggio per un giorno!Sconsigliamo di raggiungere in auto il Museo, impossibile trovare un parcheggio in zona (il sabato c'è anche l'affollato mercato di viale Papiniano). Il Museo si trova vicino alla Basilica di Sant'Ambrogio a pochi passi dalla omonima fermata della metropolitana (linea verde). Segnaliamo anche che non sono presenti bar al suo interno, ma solo delle macchine automatiche che distribuiscono bevande e snack. 
Via San Vittore 21 20123 Milan
info@museoscienza.it infototi@museoscienza.it
02 485551
La Triennale di Milano nasce a Monza nel 1923 e dieci anni dopo si trasferisce nell'attuale sede di Milano, all'interno del palazzo dell'Arte realizzato per ospitarla.La Triennale e' una istituzione culturale internazionale che produce mostre, convegni ed eventi di arte, design, architettura, moda, cinema, comunicazione e società. Organizza mostre di grande visibilità e attenzione come quelle dedicate all'arte contemporanea, agli architetti e designer di fama nazionale ed internazionale, ai grandi stilisti, ai temi sociali. Solo per citare alcune delle grandi mostre ricordiamo quelle dedicate ad Andy Warhol, Keith Haring, Roy Lichtenstein, Alberto Burri, Giorgio Armani, Renzo Piano, Giò Ponti...La Triennale Milano è anche museo. Al primo piano dell'edificio si trova il Triennale Design Museum, inaugurato nel 2007 e di proprietà del Comune. E' il primo museo del Design italiano e ogni anno ospita una mostra tematica, offrendo al visitatore la possibilità di scoprire le eccellenze del design italiano, mettendone in luce i diversi aspetti e le differenti nature. La Triennale si propone anche come laboratorio di idee che si rivolge non solo agli appassionati, a studenti e professionisti, ma anche ai bambini e a i ragazzi con attività sperimentali e interattive dedicate alla cultura del progetto. La Triennale offre inoltre ai propri visitatori luoghi di studio e approfondimento come il Bookstore specializzato in architettura, arte e design e la Biblioteca del Progetto con il Centro Documentazione del Touring Club Italiano, oltre a spazi come il Triennale Design Cafè con affaccio diretto sul giardino della Triennale. Di grande impatto visivo le cinquanta diverse sedute del Design Cafè tutti pezzi da collezione realizzati da importanti designers.Da segnalare il programma T-Friends che consente ai titolari della T-Friends Card di partecipare alle attività della Triennale, essere invitati alle inaugurazioni, visitare le mostre in programma usufruendo di sconti speciali e iniziative esclusive, disporre di un'area sul sito della Triennale, ricevere la newsletter, etc.  
Viale Emilio Alemagna 6 20121 Milano
info@triennale.org
02 724341
Lo sapevate che la regione Lombardia è stata famosa per la sua storia dell'aviazione e delle aziende che hanno reso possibile il sogno di volare? Sono state aziende come Caproni, Agusta, Aermacchi e Siai Marchetti, le  prime in questo settore che hanno reso la Lombardia famosa.La storia dell'aviazione può essere ripercorsa oggi visitando Volandia, il più grande parco e museo del volo in Italia, realizzato recuperando le storiche officine areonautiche Caproni fondate a Malpensa nel 1910 dall'Ing. Giovanni Battista Caproni, uno degli autentici pionieri del volo italiano.A Volandia i visitatori possono ripercorrere la conquista del cielo dai precursori degli areoplani, i voli pionieristici dei primi del 900 all'avveniristico convertiplano, dalle mongolfiere alla conquista dello spazio.Le aree del Museo sono ben undici: troverete alianti, aerei, eleicotteri, mongolfiere, satelliti e moduli per l'esplorazione dello spazio, e tante altre ambientazioni. In particolare ammirerete il primo aereo biplano italiano (Ca.1) a prendere il volo nel 1910 (esemplare originale restaurato), la collezione Piazzai con 1200 modelllini di aereoplani in scala, una riproduzione del modulo di comando CASPER, missione Apollo 16, il DC9 di stato dell'ex  Presidente della Repubblica Sandro Pertini e tanto altro ancora.Volandia ospita un grande spazio sia all'aperto che al chiuso per i bambini (specialmente i più piccoli) e 15 voli simulati per adulti e teenagers (vi consigliamo però di informarvi in anticipo sulla disponibilità).A Volandia inoltre è presente la più grande esposizione di carrozze, tram e treni raccolti nel tempo dal prof. Ogliari, perfetto per tutti gli appassionati di ogni età. Questo bellissimo museo è aperto dalle 10 alle 19 dal martedì al venerdì e dalle 10 alle 19.30 sabato e domenica da marzo a novembre. Durante l'inverno (da dicembre a febbraio) Volandia è aperto solo la domenica dalle 10 alle 22.Se i vostri bambini o ragazzi sono appassionati di aareoplani e vi piacerebbe farli partecipare ad un campus in italiano ed inglese su questo tema, date un'occhiata al sito internet di Volandia e sicuramente troverete quello che fa per voi....
Via per Tornavento, 15 Case Nuove 21019 Somma Lombardo (VA)
info@volandia.it
0331 230007
Se siete appassionati di fumetti o se volete trascorrere una mezza giornata diversa dal solito con i vostri bambini, WOW Spazio Fumetto in Viale Campania, è il posto giusto per voi! Ben riconoscibile già dalla strada, grazie ai grandi disegni sui muri che circondano l'area di 11,000 m2, dove appunto si trovano il museo del Fumetto, il bar ed il parco giochi. Il museo è organizzato su due livelli, al piano terra c'è la biblioteca con oltre 9000 fumetti italiani, europei ed americani e anche qualche manga, che si possono leggere liberamente. Il primo piano è occupato da mostre temporanee. II parco è perfetto per i bimbi di ogni età grazie al campo di basket, alle altalene e agli scivoli e alla grande area per divertirsi con lo skateboard. L'accesso è gratuito alla maggiorparte delle esposizioni, al Piano Terra, alla Biblioteca, al Bookshop e alla caffetteria.WOW Spazio Fumetto può anche essere affittato per eventi privati e feste.  ORARI: Mar-Ven 15:00-19:00Sab-Dom: 15:00-20:00
Viale Campania 12, Milan
info@museowow.it
02 49524744
Aperto da quasi un anno, il Mudec- Museo delle Culture di Milano, si trova nell'ex fabbrica Ansaldo, un vecchio complesso industriale in Via Tortona, una delle vie più conosciute dagli amanti della moda e del design.Come forse avrete letto, il progetto era stato affidato a David Chipperfield, architetto super famoso (suo il progetto del Museo Neues Di Berlino e del negozio Valentino a New York), che però a pochi giorni dall'inaugurazione del Museo, ha rinnegato la paternità dell'opera a causa di un errore di esecuzione della pavimentazione. In attesa che le varie perizie dei tecnici incaricati ci dicano cosa è successo, il Mudec ha aperto e, anche se con qualche carenza ed un ampio spazio di miglioramento, sta svolgendo il suo compito: arricchire il patrimonio culturale di Milano e diventare un punto di incontro per le diverse culture qui presenti.La struttura è bellissima, la facciata esterna della ex fabbrica è stata mantenuta e interamente recuperata, internamente prevale una combinazione di cemento e vetro, con le pareti di cristallo illuminate 24 ore su 24. Lo spazio è grande, c'è un grande atrio con una suggestiva scalinata in pietra nera che conduce al piano delle esposizioni, una libreria, un negozio che vende oggetti di design, due ristoranti, il bistrot più informale al piano terra ed uno più elegante al terzo piano. Prima dell'ingresso al Museo c'è un ampio cortile esterno dove sono posizionate delle sedute per rilassarsi all'aria aperta, quando il clima lo consente.Il Mudec ospita mostre temporanee a pagamento e la mostra permanente (gratuita fino al 31.8.2016) dal titolo "A beautiful Confluence", produzione di due artisti considerati i pionieri del Modernismo, che presentano la loro visione dell'arte indigena americana.C'è anche il Mudec Junior, uno spazio appositamente dedicato ai più piccoli per abituarli alle diverse culture che ci circondano, attraverso attività ludiche, postazioni multimediali e laboratori. Qui è possibile organizzare le feste di compleanno.Un'ultima nota sul patrimonio del Mudec che è conservato nei Depositi Visitabili. Il patrimonio è formato da circa 7000 oggetti che coprono un arco cronologico che va dal 1500 a.C. al Novecento. Sono conservati in stanze al pian terreno aperte al pubblico solo su appuntamento. I Depositi Visitabili sono organizzati seguendo un criterio di natura geografica e cronologica. Si possono ammirare le opere provenienti da diversi Musei milanesi, acquisti e donazioni di privati, divise per provenienza: Africa Occidentale e Centrale, Medio ed Estremo Oriente, America Centrale e Meridionale, Sud Est Asiatico e Oceania.Sicuramente questo museo ha grandi potenzialità e le molteplici mostre offrono contenuti e punti di vista diversi rispetto a quelli degli altri musei milanesi. Vale quindi la pena una visita, assolutamente da consigliare l'acquisto in anticipo dei biglietti se la visita è pianificata nel weekend, come pure la prenotazione al bistrot o al ristorante. In alternativa la zona è ricca di bar e ristoranti dove fermarsi a mangiare.  
via Tortona, 56 20144 Milan
info@mudec.it
02 54917
L'Orto Botanico di Brera è probabilmente uno di quei tanti luoghi segreti che Milano nasconde così bene e di cui pochi conoscono l'esistenza o semplicemente ne hanno sentito parlare distrattamente in qualche occasione. Questo piccolo polmone verde pieno di fascino e di storia si trova in pieno centro storico, nel Palazzo di Brera dove sono anche ospitati la Pinacoteca, la Biblioteca Braidense, l'Accademia di Belle Arti e l'Osservatorio Astronomico. In principio era di proprietà dei gesuiti che lo utilizzavano come frutteto, poi passò al Governo Austriaco che lo trasformò in orto fino quando Napoleone aprì la struttura al pubblico. Oggi l'Orto Botanico è di proprietà dell'Università di Milano che si occupa della sua manutenzione.La superficie dell'Orto non supera i 5000 mq2, non è quindi così grande, ma è densamente popolata da alberi, cespugli, fiori e tantissimo verde che copre quasi interamente il palazzo che affaccia sul giardino. Nell'Orto ci sono due rarità di piante: il tiglio alto quasi 40 metri e due ginkgo che risalgono al periodo di fondazione del giardino, oltre al noce americano e quello del caucaso. Chi ama i fiori è presto accontentato da un tripudio di colori e profumi: tulipani, peonie, magnolie, glicine, arredano questo bellissimo giardino. C'è anche uno spazio dedicato all'orto che ospita mini corsi destinati a grandi e piccini.L'Orto Botanico di Brera è già di per sè una bellissima esperienza di profumi e colori, e proprio per questo, grazie al progetto "Energy for Creativity", organizzato dalla fondazione internazionale Be Open e Interni, si è trasformato in una profumeria a cielo aperto con flaconi appesi tra i filari di piante e fiori. Questo allestimento sul tema del profumo, creato ad hoc per la Design Week 2015 e dal nome "The Garden of Wonders", intende recuperare antiche fragranze dimenticate, far rivivere il piccolo artigianato locale, dimostrare come per il successo di un profumo siano importanti sia il contenitore che il contenuto. Quanti di noi sono attratti dalla forma di un flacone prima ancora che dall'essenza? Per questo è fondamentale il design che deve mostrare il prodotto e raccontarlo dalla bottiglietta al packaging, dalla grafica alla comunicazione. A tale scopo otto marchi di profumi ormai dimenticati sono reinterpretati e fatti rivivere da altrettanti designers che ne hanno ripensato la storia e le caratteristiche secondo il loro gusto e la loro sensibilità.The Garden of Wonders è aperto fino al 24 maggio dalle 10 del mattino alle 22. 
Via Fratelli Gabba, 10 20121 Milan
cristina.puricelli@unimi.it
02 50314683/80
Paleolab is run by Associazione Didattica Museale and situated in Parco Indro Montanelli (ex Giardini Pubblici) near to the park entrance by via Manin n.4. Housed in what was once the big cats' cage of Milan's old zoo, Paleolab organises workshops and birthday parties for children.For details regarding workshops we suggest you take a look at the  programme on http://www.assodidatticamuseale.it/ADM/SlaveCategories.aspx?MasterCategoryID=1 which lists details of all upcoming events for the month offered by Paleolab, as well as the Natural History Museum and Biolab. Prices, times and details of how to book as well as suitable ages are all provided. Booking is essential as places are limited. In addition to workshops, Paleolab also organises different types of parties for different age groups:Paleo party - (aged 7 to 10) children are sent on a dinosaur fossil hunt. With the help of their friends they must complete the map and together they must overcome a number of problems in order to complete their mission.Mago party - (aged 6 to 10) children have to free "brilla cristallo" (a fairy) from a spell which has frozen her. Together the children will have to face strange and elaborate challenges as well as frogs, toads, birds and bats in a duel to the end. Archeoparty -  (aged 6 to 10) this theme is perfect for all Indiana Jones wannabes in search of lost civilisations and treasures! Dino Party - (aged 3 to 6) this is perfect for little ones. Children discover a mysterious footprint and get to journey through time to an ancient world to help a small dinosaur.Paleolab requires parties to have a minimum of 15 children and a maximum of 25 (including the birthday boy or girl) and ask that some of the parents remain at the party. The price per child is €11 during the week and €12 at weekends and festivities. If you wish to provide refreshments for guests you may do so, but you must bring your own and add €20 to the total to cover the costs of clearing up. Bookings must be made at least 10 days in advance by calling the Information desk at Museo Civico di Storia Naturale on tel.: 02 88463337 (every day from 9.00-13.00 and 13.30-17). Should you wish to have the party in English, just ask and Paleolab will see if they have availability. On booking you will need to pay €60 in advance and the balance on the day of the party. Once you have booked by phone simply download the payment form and rules (see http://www.assodidatticamuseale.it/ADM/Uploads/regolamento_party_feb2014.pdf), fill in the form and send it to info@assodidatticamuseale.it.Associazione Didattica Museale also organises exhibitions and nights in the museum for children as well as special events for adults still interested in the world of science. Details can be found on the website.  
Parco Indro Montanelli (ex Giardini Pubblici) ingresso da via Manin 4 Milano
info@assodidatticamuseale.it
02 88463337

Pagine

Subscribe to Museum